Developed by jtemplate

 

27 Marzo 2021

La Tutela della biodiversità agricola

attraverso il metodo dell'Agricoltura Biologica

L’ambiente è il luogo dove si svolge l’attività agricola, quindi, lo strumento principale che l’uomo utilizza a fini produttivi e, nello stesso tempo, l’agricoltura è componente essenziale dell’ambiente e del paesaggio.

Non c’è dubbio che i processi che hanno interessato lo sviluppo dell’agricoltura fino ad ora e quelli che, inevitabilmente, la interesseranno in futuro, hanno avuto ed avranno conseguenze positive e negative sull'ambiente.

 

26 marzo 2021

Uno sguardo fiscale

alle attività multifunzionali dell’agricoltura

Aspetti fiscali ed agevolazioni al centro del sesto incontro del progetto di “Agricoltura è”

 

La fiscalità del settore agricolo e delle attività multifunzionali al centro del sesto appuntamento del progetto “Agricoltura: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente Schermata 2021 03 25 alle 155114e Benessere” promosso daAgricoltura è”, associazione dell’ANPA - LiberiAgricoltori Calabria e cofinanziato dal FEARS – PSR Calabria 2014/2020 nella misura di sostegno per progetti dimostrativi e azioni di informazione. Sviluppatosi sull’apposta piattaforma digitale, l’iniziativa continua ad includere sempre più imprenditori del settore agricolo, animati dalla volontà di approfondire ogni aspetto della multifunzionalità delle proprie aziende.

Schermata 2021 03 25 alle 144546

Ospite di quest’ultimo incontro il Dottore Commercialista Gennaro Davola, esperto nel campo della fiscalità nell’agricoltura che, nelle quattro ore pomeridiane, ha fornito ai convenuti ogni delucidazione tecnica per un’ottimale gestione delle aziende agricole, conparticolare riferimento alle attività multifunzionali che in esse si sviluppano.

Saluto ai presenti e rewind dei primi cinque appuntamenti nell’intervento di apertura di Rosa Critelli, Presidente di “Agricoltura è” Calabria, che ha quindi introdotto l’intervento di Davola con una ricognizione della normativa in materia che avrebbe quindi riguardato la tematica di fondo dell’appuntamento.

 

25 Marzo 2021

Aziende Agricole multifunzionali e normativa igienico-sanitaria

A tu per tu con il dirigente Asp, Francesco Faragò,

per un’adeguata preparazione ai controlli

Gli imprenditori agricoli si confrontano direttamente con l’apparato chiamato a vigilare in merito all’osservanza delle normative igienico-sanitarie all’interno delle strutture agricole. Un’opportunità offerta grazie al quinto modulo del ciclo di seminari nell’ambito del progetto “Agricoltura: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere” promosso daAgricoltura è”, associazione dell’ANPA - LiberiAgricoltori Calabria. La normativa igienico-sanitaria inerente le aziende agricole multifunzionali è stata delineata nelle quattro ore di incontro in cui, in modo chiaro ed esaustivo, ha argomento Francesco Faragò, Direttore f.f. della Unità Operativa Complessa di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’Asp di Catanzaro e Lamezia Terme.

L’intervento del dirigente, anche questa volta, è stato preceduto da un resoconto generale in merito alle argomentazioni fin qui trattate e da una rapida illustrazione del quadro normativo nazionale e regionale, sviluppato dalla presidente di “Agricoltura è”, Rosa Critelli, che ha lasciato aperto uno spiraglio per eventuali e futuri chiarimenti qualora l’abbondante tempo messo a disposizione della tematica non riuscisse comunque a chiarire i dubbi ai numerosi convenuti.

Felice di prendere parte all’incontro e di mettere la propria e lunga esperienza sul campo a disposizione dei molteplici imprenditori del mondo agricolo, si è detto il direttore Faragò nell’apertura del suo intervento, rilevando l’importanza di tali iniziative per lenire quegli incresciosi episodi in cui, gli operatori, si trovano spesso impreparati nel corso dei periodici controlli, portando le autorità competenti ad adottare misure spiacevoli.

Con l’ausilio di apposite slide, Faragò ha quindi individuato i settori su cui lo stesso ha poi argomentato nel corso del seminario, partendo dalla sicurezza alimentare per arrivare a quello della nutrizione e specificando, per ognuno, le molteplici ramificazioni che in questi ambiti si rilevano.

In materia di controlli, Faragò ha quindi illustrato a quanti fossero in collegamento, come ogni aspetto dell’ispezione si basi naturalmente su specifici criteri contenuti nelle normative europee in materia, con particolare riferimento ai Regolamenti n.852/2004 e n.626/2017.

Partendo dalla produzione primaria, si è quindi arrivati a delineare la figura del titolare dell’azienda, ora identificato dalla normativa come operatore, su cui grava qualsivoglia responsabilità in merito ad irregolarità di natura amministrativa e penale.  

capoliscio«La sicurezza alimentare va garantita sin da quando il prodotto è ancora nel campo - ha voluto a più riprese rimarcare Faragò - se ciò non avviene, se non si presta attenzione all’applicazione delle prerogative di carattere igienico-sanitario sin da quando il prodotto nasce, lo stesso, soggetto a trasformazione, perderà ogni garanzia di qualità sotto l’aspetto alimentare».