Developed by jtemplate

 

8 Aprile 2021

Agricoltura sociale e green-care

la terapia passa per le mani dell’agricoltore

Ultimo incontro del ciclo di seminari promosso da Agricoltura è

Presente l’esperto Rocco Arcaro

Ottavo ed ultimo modulo del ciclo di seminari inseriti nel progetto “Agricoltura: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere” promosso da “Agricoltura è”, associazione dell’ANPA - LiberiAgricoltori Calabria e cofinanziato dal FEARS – PSR Calabria 2014/2020 nella misura di sostegno per progetti dimostrativi e azioni di informazione. Dalla cura e riabilitazione alla ricreazione, analizzando in modo capillare, le svariate forme dell’Agricoltura Sociale, tema importante già oggetto di discussione nei primi incontri e che nell’ultimo seminario ha consentito ai numerosi convenuti, di approfondire meglio gli aspetti di questo tanto diffuso quanto complesso aspetto dell’agricoltura multifunzionale.

A favorire il dibattito e fare luce sulla tematica, la presenza del Dott. Rocco Arcaro, esperto nel campo dell’Agricoltura Sociale, il cui approccio empirico ma al contempo scientifico e sociologico, per molti tratti profondo e radicato, ha concesso un’ampia analisi del tema, offrendo diversi punti di vista e nuovi spunti di riflessione.

IMG 0098A precedere il relatore ospite, il consueto preambolo a cura della Presidente di “Agricoltura è” Calabria, Rosa Critelli, questa volta incentrato sulle molteplici forme dell’agricoltura sociale. Le attività, i progetti, gli strumenti, ma soprattutto i soggetti tra gli elementi fondamentali che Critelli ha messo al centro del settore di riferimento, ponendo in rilevo le persone quali destinatarie di ogni fine e per le quali si modella l’offerta che ogni azienda punta a rilasciare. L’agricoltura con tutte le sue risorse, dalle piante agli animali, passando per il paesaggio, diventa così terapia per le persone più svantaggiate e con disabilità ma anche per anziani e bambini.

“Le Cure-Verdi nella fattoria sociale” il tema di fondo della relazione di Arcaro che in modo chiaro ha affermato come «ogni iniziativa attinente l’agricoltura sociale risulti essere ampiamente diffusa e praticata ma, in più occasioni, si sbaglia il tiro e l’attività non viene formulata esattamente per i soggetti ai quali il messaggio è indirizzato». Una prerogativa importante per l’agricoltore che vuole attuare tale pratica.

 

Le Cure Verdi nella Fattoria Sociale

Dalla cura e riabilitazione alla ricreazione: quali sono le forme dell’Agricoltura Sociale. Come l’Agricoltura con tutte le sue risorse: le piante, gli animali, il paesaggio, la natura…, diventa terapia per le persone più svantaggiate e con disabilità ma anche per gli anziani e i bambini che sono soggetti abili ma fragili.

Di questo discuteremo nell’ultimo modulo dei seminari previsti nel progetto: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere con il Dott. Rocco Arcaro, esperto di Agricoltura Sociale.

 

1 Aprile 2021

La tutela della biodiversità agricola

attraverso il metodo dell’agricoltura biologica

La tutela dei cicli biologici naturali e l’interazione con il territorio nel settimo incontro di Agricoltura è

L’ambiente quale luogo in cui si svolge l’attività agricola, quindi, lo strumento principale che l’uomo utilizza a fini produttivi e, nello stesso tempo, l’agricoltura componente essenziale dell’ambiente e del paesaggio. Su questa vasta tematica ha posto le basi il settimo modulo del ciclo di seminari promosso da “Agricoltura è”, associazione dell’ANPA - LiberiAgricoltori Calabria, nell’ambito del progetto “Agricoltura: Laboratorio di Arte, Cultura, Ambiente e Benessere”. Ospite dell’incontro il Dott. Maurizio Agostino, esperto nel campo dell’agricoltura biologica, che ai presenti ha offerto una accurata e dettagliata relazione sulla tutela della biodiversità agricola proprio attraverso il metodo dell’agricoltura biologica.

54«Quando parliamo di agriturismo dobbiamo immaginare una vetrina del territorio, un luogo di incontro che unisce aspirazioni, desideri e necessità», la definizione fornita ai presenti dalla presidente di “Agricoltura è”, Rosa Critelli, la quale ha aperto l’incontro con una serie di slide ed immagini volte a rimarcare il connubio vincente tra l’agricoltura ed il territorio, soffermandosi particolarmente sul settore agrituristico. L’agricoltura si porta così al centro di molteplici realtà che ci circondano come l’ambiente, il paesaggio agrario, lo stesso territorio e dunque la biodiversità nel suo insieme. La presidente ha quindi ragionato con i convenuti in merito agli obiettivi che l’agricoltore si prefigge nella sua quotidiana attività, per poi analizzare il desiderio di chi abbia la volontà di trascorrere in un agriturismo le proprie vacanze, «occasione importante per vivere in modo diverso il territorio». Diversificare le produzioni diviene così importante per poter offrire ai turisti quanto più possibile, orientando la propria attività verso processi produttivi sempre più indirizzati alla tutela della biodiversità.

L’incontro è quindi entrato nel vivo con la lectio del dott. Agostino con una rapida illustrazione della situazione inerente l’agricoltura biologica in Calabria e nel resto del Paese, con indici relativi ai numeri di produttori, trasformatori, operatori complessivi, la SAU biologica e la percentuale di differenza tra la SAU totale e Biologica.Agostino

«L’agricoltura biologica è un metodo di produzione alimentare che promuove e tutela i cicli biologici naturali e la loro interazione con il clima ed il suolo», definizione importante, ha spiegato Agostino, senza la quale non si può discutere di tale tipologia di agricoltura. L’esperto ha dunque spiegato come l’esclusione della chimica di sintesi, erroneamente indicata quale principale definizione dell’agricoltura biologica, è solo una conseguenza rispetto a quanto affermato. Dunque si è passato all’analisi delle molteplici forme di bioagricoltura.